Realizzazione Siti Web Roma -

Web Agency Roma

- Tel +39 06 522.74.801 - Richiedi Informazioni

Il Made in Italy che riconquista il mondo grazie agli ecommerce italiani

20/10/2017

Gli e-commerce italiani hanno raggiunto il valore di 23,6 miliardi di euro. E a farla da padrone non solo l'abbigliamento, ma anche il cibo e i prodotti farmaceutici.

I  dati raccolti pochi giorni fa dall'Osservatorio Ecommerce B2C del Politecnico di Milano, che ha studiato il mercato online italiano sotto molti punti di vista, aprono il discorso su quanto il mercato online possa far guadagnare uno spazio importante in tutto il mondo, anche e soprattutto alla piccola e media impresa del nostro paese. Sì perché gli ecommerce aprono le porte anche al mercato globale, e questo significa più Made in Italy per tutti (Italia compresa!). 

Ma andiamo con ordine. Nel nostro paese sono quasi 13 milioni gli italiani che fanno acquisti online e spendono in media 1382,00 € a testa ogni anno. I consumatori più attivi hanno tra i 35 e i 44 anni e passano molto tempo a fare acquisti online. Da Smartphone si usano di più le app per lo shopping, e quelle che vanno per la maggiore sono Shpock, AliExpress, eBay, e Amazon. Seguono Wish, Shopfully e Zalando. Il metodo di pagamento preferito dagli italiani è Paypal. Ben il 47% va sul sicuro scegliendo l'azienda leader dei pagamenti online, mentre al secondo posto ci sono le carte di credito. 

E se ci si aspettava il predominio del settore dell'abbigliamento, una notizia davvero interessante è la crescita dell'acquisto online di cibo e prodotti farmaceutici, che registrano un +43%. 

Le imprese italiane che decidono di cogliere l'opportunità offerta dallo shopping online si guadagnano non solo uno spazio importante nel paese, ma anche nel mondo. Si sa quanto il Made in Italy sia apprezzato e ricercato dal mercato globale, e secondo questa ricerca gli stranieri che si sono rivolti direttamente a siti italiani per acquistare i prodotti locali sono stati il 16% in più rispetto allo scorso anno. 

Questo significa solo una cosa, in termini semplici: la piccola e media impresa non solo trova nell'ecommerce un nuovo e importante canale di distribuzione, ma può e deve aspirare a diventare più internazionale. Internet abbatte le barriere, si sa. E questi dati ci fanno ben sperare che il commercio digitale possa essere un valido alleato per dare nuove opportunità ai prodotti Made in Italy, di piccoli e grandi aziende.

Contattaci

 

bodyp

Notizie

Blog