Perché gli utenti abbandonano il sito web? Ecco 7 ragioni!

utenti abbandonano il sito web

Che sia un sito aziendale o un blog, un e-commerce o una piattaforma di notizie, ogni sito va incontro a un problema essenziale: tenere incollati gli utenti. Perché però a volte gli utenti abbandonano il sito web a metà della navigazione? Lo vediamo insieme!

Dati del 2022 di Contentsquare, che analizza l’esperienza utente digitale, hanno rilevato su 46 miliardi di sessioni che la metà degli utenti abbandona il sito web dopo aver visualizzato solo una pagina. E solo il 54% di loro arriva fino in fondo. Sono dati svilenti per chi ci mette amore e passione, e a ogni finestra chiusa si perde l’occasione di creare una connessione, tra il brand e la persona, prima che il suo portafoglio.

Perché succede? Ovviamente le ragioni possono essere infinite, ma vogliamo provare a restringere il campo con i soliti sospetti, le cause più frequenti, quelle che per forza devono essere apposto.

I 7 motivi principali per cui gli utenti abbandonano il sito web

Una cosa è chiara: se vogliamo mantenere gli utenti sul sito, dobbiamo prima capire perché se ne stanno andando.

1. Il sito è lento e non risponde.

Ci sono poche cose più frustranti che cercare di navigare in un sito Web lento e che non risponde. Non solo rende difficile trovare le informazioni di cui si ha bisogno, ma fa anche perdere tempo e pazienza. Un sito che impiega un’eternità a caricarsi, nel mondo frenetico di oggi, con le alternative che i singoli hanno costantemente a disposizione, portano tutti gli utenti a ricordare che possono trovare qualcos’altro di più efficiente in meno di un secondo.

Nel 2022, niente vale la pazienza di aspettare che la rotellina smetta di caricare. Per essere precisi, dati Google dicono che il 32% degli utenti abbandona il sito che impiega da uno a tre secondi a caricare. Se ce ne mette 10? Sono il 123% quelli che scappano.

Ma non è solo questione di secondi. Un sito che non si carica è ormai indice di un’azienda che non è al passo con la tecnologia. E questo è, in ultima istanza, il vero motivo per cui il potenziale consumatore decide che non vale la pena fare affari con qualcuno fuori dal tempo.

Il tempo di caricamento di un sito Web influisce anche sul posizionamento nei motori di ricerca, rendendo più difficile per i potenziali clienti trovarlo.

Tutti questi fattori si combinano per rendere la velocità e la reattività essenziali per qualsiasi sito web di successo. Se il nostro sito è lento e non risponde, probabilmente stiamo perdendo visitatori e affari. Quindi prendiamoci il ​​​​tempo necessario per ottimizzare la velocità e l’affidabilità del nostro sito: a lungo termine ripagherà!

‍2. I contenuti sono obsoleti.

I siti web sono molto simili alle relazioni. Bisogna impegnarsi per mantenerle fresche, altrimenti gli utenti si annoieranno e andranno avanti.

Proprio come in una relazione, il primo segno che le cose stanno diventando stantie è quando l’utente smette di trascorrere tempo sul sito. Potrebbe visitarlo meno spesso o potrebbe dedicare meno tempo alla navigazione e all’interazione con i contenuti. Notare un calo dell’attività degli utenti è il campanello d’allarme che dovrebbe metterci sull’attenti.

I contenuti obsoleti sono uno dei principali motivi per cui gli utenti abbandonano un sito Web. Se vedono che non sei al passo con le ultime tendenze o fornisci informazioni nuove e interessanti, perderanno rapidamente interesse. Nel mondo frenetico di oggi, gli utenti si aspettano che i siti Web offrano regolarmente nuovi contenuti. Se non stiamo soddisfacendo le loro aspettative, troveranno da qualche altra parte qualcuno che lo fa.

Qualche modo per migliorare? Innanzitutto, assicuriamoci di aggiungere regolarmente informazioni nuove e pertinenti. Ciò potrebbe includere post di blog, articoli, video o qualsiasi altra cosa che possa interessare i nostri utenti.

In secondo luogo, teniamo d’occhio le tendenze e assicuriamoci di trattare gli argomenti di cui le persone stanno parlando. E infine, non aver paura di sperimentare e provare cose nuove. Mantenere aggiornati i contenuti non deve essere difficile, del resto, la tematica è la nostra!

3. La navigazione è confusa.

Vi è mai capitato di finire in un sito e non riuscire a capire dove andare o cosa fare dopo? Forse il menù era sepolto in fondo alla pagina, o forse la pagina stessa era così piena di link e opzioni da risultare caotica.

Gli utenti hanno spesso troppa fretta per fare anche lo sforzo di capire come funziona il sito. Se non riescono a trovare subito quello che stavano cercando, probabilmente si arrenderanno e se ne andranno.

Ecco perché è importante che i siti web abbiano una navigazione chiara e facile da usare. Capita spesso però che siano progettati pensando alle preferenze del proprietario, piuttosto che a quelle dell’utente, risultando in un’esperienza confusa e frustrante.

Leggi anche: Guarda il tuo brand dal punto di vista del cliente, non il contrario

Se vogliamo che le persone rimangano sul nostro sito web, assicuriamoci che la navigazione sia facile da capire e da usare. Organizziamo i contenuti in modo sensato, che consenta agli utenti di trovare facilmente ciò che stanno cercando. Non facciamoli lavorare troppo per capire dove andare dopo.

Succederà una cosa molto carina, se ci riusciamo: ritorneranno.

4. Bombardiamo i visitatori con annunci.

Ci siamo passati tutti. Stavamo solo cercando di trovare una ricetta veloce per cena o di leggere un articolo sugli ultimi gossip quando all’improvviso veniamo bombardati da luci lampeggianti e annunci pop-up. A nessuno piace sentirsi costantemente attaccato dalla pubblicità, eppure molti sembrano pensare che questo sia il modo migliore per coinvolgere gli utenti. In realtà, è uno dei modi più rapidi per convincerli a lasciare il sito per sempre.

Quando ci viene presentato un muro di annunci, non solo è invadente e fastidioso, ma rende anche difficile trovare effettivamente il contenuto che stavamo cercando. Come dovresti concentrarti sulla lettura di un articolo quando ci sono luci lampeggianti e grafica in movimento che si contendono la tua attenzione? È abbastanza per far venire il mal di testa a chiunque.

Gli annunci mostrano anche una mancanza di rispetto per il tempo e la privacy dell’utente. È invece importante comunicargli che il loro tempo e la loro attenzione meritano rispetto. Ciò significa tenere sotto controllo le pubblicità e assicurarci che non prendano il controllo dell’intero sito.

5. Non stai fornendo valore.

Quando progettiamo un sito web, se non stiamo fornendo valore ai nostri utenti, non importa quanto sia bello il risultato finale, non basterà. Ma cosa significa valore?

In poche parole, è tutto ciò che semplifica la vita dei nostri utenti o li aiuta in qualche modo. Potrebbe trattarsi di contenuti informativi o divertenti, strumenti che rendono la vita più efficiente o semplicemente un’esperienza divertente e facile da navigare. Se non diamo ai nostri clienti quello di cui hanno bisogno o che desiderano, non avranno alcun motivo per continuare a frequentarci.

Quindi, come possiamo assicurarci di fornire valore? Questa domanda è sbagliata. Le domande giuste sono: cosa vogliono i nostri utenti? Di cosa hanno bisogno? Come possiamo noi aiutarli?

Non sarà facile rispondere subito la cosa giusta, ma con un po’ di test e ottimizzazioni il risultato non tarderà ad arrivare.

‍6. Manca la pagina Chi siamo.

La pagina “Chi siamo” di un sito è progettata per fornire agli utenti una breve panoramica del sito e della sua missione. Tuttavia, molte di queste pagine sono piene di un linguaggio gergale e di termini tecnici difficili da capire. E non forniscono nessuna informazione reale sul sito.

La pagina “Chi siamo” deve dire all’utente chi c’è in azienda, cosa fa, come funziona il sito, e deve farlo con la personalità giusta. Deve raccontare una storia e il tono di voce di chi quell’azienda, in effetti, la fa.

7. Non è adatto ai dispositivi mobili.

Nel mondo digitale di oggi, siamo costantemente in movimento e ci aspettiamo di poter accedere alle informazioni a portata di mano. Quando proviamo ad accedere a un sito Web sui nostri dispositivi mobili e non è ottimizzato per i dispositivi mobili, è la fine.

Potremmo non avere il tempo o la pazienza per ingrandire e rimpicciolire o scorrere da sinistra a destra per cercare di trovare ciò che stiamo cercando. Il più delle volte, gli utenti lasceranno un sito Web che non è ottimizzato per i dispositivi mobili e ne cercheranno uno che lo sia. La compatibilità mobile è essenziale nel mondo degli affari di oggi.

Un altro motivo per cui gli utenti abbandonano un sito Web che non è ottimizzato per i dispositivi mobili è, ancora, che il caricamento richiede troppo tempo. Nel nostro mondo frenetico, ci aspettiamo che le cose accadano in modo rapido ed efficiente. Figurarsi se dopo due secondi si apre un sito che è anche impossibile da navigare da mobile.

 

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui gli utenti abbandonano il tuo sito web. Devi assicurarti che come minimo questi punti siano allineati con gli standard moderni. Bitnet Web Agency può aiutarti: contattaci qui!